Sunday, January 13, 2008

L'ultima osteria di Milano (forse)

Nascosta in un vicolo cieco, senza insegna L'albero fiorito è un angolo di vecchia Milano che resiste e resiste e resiste. Da provare prima che soccomba al "progressismo gastronomico" tipico di questa città malata di "standardizzazione e snobismo alimentare".
Pochi euro per mangiare, la stufa per riscaldarsi, umanità varia e un'esperienza unica nel suo genere.
Le regole, imprescindibili, sono:
1) Non si prenota.
2) Non si accettano carte, bancomat ed assegni.
3) Non si sputa per terra.
4) Non si accettano gli uomini in canottiera.
L'albero fiorito, via Pellizzone 14 (vicino Piazzale Susa - Argonne), tel. 02-70123425
chiuso domenica e sabato a cena
Prezzo medio: 10 € (!!!!!!)
E occhio agli orari: oltre le 20,30 diventa un'impresa impossibile essere accettati: perché, ci dicono, il signor Gianni ha un occhio di riguardo per i suoi aiutanti e pretende rispetto per il loro orario di lavoro.
Al momento del conto parte l'interrogatorio di rito, tutto sulla fiducia.
E lo scambio di battute con gli avventori al bancone incuriositi dalla nostra "diversità". Qualcuno, tasso alcoolico elevatissimo) mi chiede se ho rubato/comprato i miei occhiali ad Amsterdam!!!
Se esistono ancora posti così, fatecelo sapere!
La nostra piccola gallery fotografica (rubata)
Testimonianze:
www.collettivamente.com
explobot.blogspot.com
fc.retecivica.milano.it

6 comments:

Anonymous said...

Ma dove li svovi stì posti, De Grossss!!!

Giuliano47 said...

Foto dell'Albero!!!
Un mio amico, amicissimo di Gianni Riet, si e' trasferito in altra regione ed allora volevo mandargli alcune foto dell'Albero, ma Gianni mi ha proibito di scattarle. "Nel mio locale non si scattano foto" disse.

Un aneddoto riguardo ai prezzi, gia' molto bassi. Per un periodo, causa pancetta abbondante, chiesi razioni scarse.
Al termine del mio pasto in due occasioni Pinuccia ando' al banco da Gianni per dirgli di farmi uno sconto.

Claud said...

caro giuliano, l'albero fiorito ci ha aperto un mondo, devo riandare al più presto!

Luigi said...

Voglio segnalarvi un'Osteria a questo proposito. I prezzi non sono gli stessi dell'Albero, ovviamente, e il posto è forse un po' meno "ruspante", ma vi posso assicurare che è vero ed autentico, come lo è l'Oste, uno degli ultimi rimasti a Milano. Non è la solita fregatura stile 'finto povero' e prezzi da ricchi. Con 15 Euro si mangia un piatto di pasta e fagioli abbondantissimo, un mezzo litro di rosso e magari ci scappa pure un grappino finale. Non ti mandano via dopo 10 minuti che hai finito di mangiare, anzi, dopo le 11, a seconda degli umori della serata, l'oste imbraccia la sua chitarra e racconta canzoni e storie, insieme agli habitue del luogo. Ci si conosce e si chiacchiera insieme, si incontrano tante persone, tutte diverse. E si mangia BENE! Si chiama Mandi! Perchè l'Oste è Friulano e si mangiano cose friulane, ma se cercate ancora il divertimento semplice di una serata passata in compagni di sconosciuti che non devono divertirsi 'per forza' ma anche solo 'stare in compagnia', beh, provate. Si chiama "Mandi!" Via Nicola D'Apulia, 4 - Milano. Telefono: 022893655. NON E' Pubblicità: voglio solo far conoscere a tutti quelli che, come me, amano questi luoghi semplici ed umani, che qualcosa esiste ancora. Ci vediamo li'! Luigi

Claud's said...

Grazie Luigi della segnalazione!

Giuliano47 said...

Anonymous, ero gia` stato da Mandi.
Piu' o meno e' come dice Luigi.
Poi spendi anche in dipendenza da cosa mangi.
Cercati eventalmente alcune recensioni in internet.
Il locale poi e' piccolo, mi pare 25 posto al massimo, quindi bisogna prenotare.