Thursday, September 14, 2006

Il festival del cinema


Dal 15 al 24 torna il festival del cinema, XI edizione.
"La selezione di quest’anno traccia un percorso, fatto di immagini e suoni, attraverso le diverse e molteplici visioni della società contemporanea, spostandosi dalle periferie del mondo alle periferie cittadine, passando attraverso vissuti quotidiani e profonde questioni sociali, etiche e politiche, per poter offrire allo spettatore del festival una panoramica, il più completa possibile, sulla giovane cinematografia internazionale e indipendente." (corriere della sera)

- I film in concorso
Bellissimo anche il programma dei film fuori concorso, divisi in sezioni, come «Colpe di Stato», una rassegna di documentari che testimoniano di crimini, ingiustizie e massacri spesso compiuti in nome della libertà, della sicurezza e della religione; o come «Un altro cinema americano» dove si indaga la complessa società americana attraverso una rassegna di lungometraggi e cortometraggi, che raccontano in modo non convenzionale la nuova società americana, alle prese con i suoi fantasmi, esterni e interni, dalla guerra globale al terrorismo.

4 comments:

fra said...

ehi io sono andata (a vedere i corti). e tu?

Claud said...

Not yet, ma questa settimana voglio andareeeee!!!!

fra said...

andiamo domani sera?

Claud said...

Alla fine abbiamo visto i corti del gruppo D...
Non male 458nm (anche se mi ha ricordato Microcosmos, e forse era proprio ripreso da lì, verificherò)...
458nm
Jan Bitzer, Offenbach (Germany) 1979 Ilija Brunck, Villingen-Schwenningen (Germany) 1982 Tom Weber, Marbach (Germany) 1978 458nm Germany 2005 - 6 min digiBeta

Produzione - Production: Filmakademie Baden Wuerttemberg
Sceneggiatura - Screenplay: Jan Bitzer, Ilija Brunck, Tom Weber
Produttore - Producer: Sinje Gebauer
Montaggio - Editing: Jan Bitzer, Ilija Brunck, Tom Weber
Fotografia - Cinematography: Jan Bitzer, Ilija Brunck, Tom Weber
Musica - Music: dAdA INN

Due lumache meccaniche si incontrano nella foresta. È mezzanotte e il chiaro di luna bagna d’argento i rami degli alberi tutt’attorno. Dopo una breve fase di studio reciproco inizia una finta lotta che si risolve in un leggero e sensuale gioco amoroso. Un’ombra scura appare dietro agli amanti: un uccello anch’esso meccanico li colpisce col becco proprio nell’istante in cui stanno per raggiungere il culmine dell’estasi, per poi volare via nel buio della notte.

Menzione speciale a
Starfly
Beryl Koltz, Paris (France) 1974 Starfly Luxembourg 2005 - 19 min 35mm

per la colonna sonora: Esther Phillips,
What a different a day makes
bellissima!!!